Parodontologia

Il termine Parodontologia indica quella parte dell’odontoiatria focalizzata sulla prevenzione, sulla diagnosi e sulla terapia di quelle patologie che vanno a colpire il parodonto.

Il parodonto è tutto l’insieme dei tessuti molli e duri a supporto dei denti e degli impianti come le gengive, i legamenti parodontali, l’osso alveolare, la mucosa perimplantare e il cemento radicolare.

Le malattie parodontali e peri-implantari che interessano questi tessuti, sono spesso provocate da specie batteriche e vengono influenzate da fattori esterni.

Il Medico Dentista specializzato in Parodontologia, ha dunque riconosciuto che oltre alla placca, anche gli elementi ambientali e propri del paziente giocano un ruolo estremamente importante nella manifestazione dei disturbi propri della Parodontologia.

Uno dei fattori principali che studia la Parodontologia è la malattia parodontale.

Che Cos’è la malattia parodontale?

La malattia parodontale è un’infezione batterica che attacca il paradonto, il quale è formato da gengiva, osso ed altri tessuti di sostegno dei denti.

Essendo spesso indolore, può succedere che ci si accorga della malattia parodontale solo quando gengive e tessuto osseo sono seriamente compromessi. Visite di controllo regolari dal Medico Dentista, permettono di fare una diagnosi precoce della malattia parodontale e di mettere in atto adeguate misure di prevenzione e di trattamento proprie della Parodontologia.

La placca è una pellicola bianco- giallastra composta da batteri e residui di cibo, che si deposita sulla superficie dei denti, soprattutto vicino alla linea gengivale; se non costantemente rimossa, essa indurisce in una formazione calcarea ruvida chiamata tartaro.

Il tartaro, depositandosi al di sotto della gengiva, rende più difficile l’asportazione quotidiana della placca.

I batteri presenti nella placca, producono delle tossine, che possono infiammare le gengive, l’osso e gli altri tessuti che circondano il dente.

Cosa sono le cause scatenanti che determinano la malattia Parodontale?

Le persone che sono affette da malattia parodontale hanno una bassa resistenza ai batteri parodontali e ciò causa una infezione intorno alla gengiva che cresce sempre più, e  più cresce e più si perde osso e quindi il supporto per i denti causando così una visita specialistica nell’ambito della Parodontologia.

Alcuni fattori che possono causare questo problema possono essere:

  • Scarsa igiene orale;
  • Placca dentale;
  • Stress o tensione;
  • Fumo;
  • Età;
  • Fattori genetici;
  • Dieta;
  • Età;
  • Malattia;
  • La malattia sistemica;
  • Masticazione.

Quali sono i sintomi più comuni della malattia parodontale?

Nell’infezione parodontale il dolore in genere è inesistente  fino a raggiungere uno stadio avanzato; comunque ciò non ci deve spaventare poichè ci sono alcuni sintomi che possono indicare la presenza di infezione parodontale che sono i seguenti:

  • Gengive rosse o gonfie
  • Sanguinamento quando vi lavate
  • Dolore, prurito, gengive infiammate
  • Recessione gengivale (denti più a lunghi)
  • Pus tra i denti e le gengive quando si preme verso il basso
  • Alito cattivo
  • Spazi tra i denti

Se si notano dei segni premonitori sopra citati bisogna contatta il tuo Medico Dentista e chiedere una valutazione specialistica di Parodontologia.

Prenota ora la tua seduta

    Ho letto e accetto l'informativa sulla Privacy Policy